Passione, gelosia e vendetta: l’antica leggenda delle teste di moro siciliane

Sono i simboli della Sicilia per eccellenza, sicuramente i più caratteristici e acquistati anche in giro per l’Italia, stiamo parlando delle teste di moro.

Questi particolari “souvenir” che decorano giardini, angoli di strade, balconi e case sono vasi in ceramica dalla storia che affonda le sue radici in un’antica leggenda. Nella città siciliana di Caltagirone sono tante le botteghe artigiane che producono le teste di moro dipinte accuratamente a mano.

Le teste di moro raffigurano per tradizione il volto di un uomo, un Moro, e a volte di una bella e giovane donna. Per chi non lo sapesse, questi caratteristici vasi di ceramica sono legati ad una suggestiva leggenda, a tratti macabra, che risale all’epoca delle dominazione dei Mori in Sicilia.

Una passione travolgente e senza limiti

Non tutti conoscono l’antica leggenda che si cela dietro le caratteristiche teste di moro sicialiane, ormai diventati simboli della bella isola del Sud. Una storia di amore, passione, gelosia e vendetta che si cela dietro questo souvenir diventato famoso ormai in tutto il mondo.

Un’antica leggenda narra che intorno all’anno 1100 quando la Sicilia era dominata dai Mori, nell’antico quartiere Kalsa di Palermo, viveva una bellissima ragazza. Un giorno venne notata da un giovane, un Moro. Colpito da un’improvvisa e travolgente passione per la ragazza, il giovane Moro non esitò una ttimo a dichiararle il suo amore.

La ragazza siciliana ricambiò l’amore del Moro non sapendo, però, che il ragazzo nascondeva un segreto. La bella giovane, infatti, non immaginava che moglie e figli lo attendevano in Oriente, lì dove presto avrebbe fatto ritorno.

La vendetta e il risvolto macabro

Distrutta e sconvolta dalla notizia si lasciò vincere dalla rabbia e dalla vendetta. Così, mentre il Moro dormiva, lo colpì mortalmente. Poichè il volto di quel giovane l’aveva colpita profondamente decise che sarebbe dovuto rimanere al suo fianco in eterno, per sempre.

Senza esitazione la ragazza tagliò la testa del giovane Moro creando con essa un oggetto simile a un vaso e vi pose al suo interno un germoglio di basilico. Come un qualsiasi vaso lo mise fuori al balcone.

Il basilico piantato dalla giovane crebbe notevolmente suscitando l’invidia degli altri abitanti della città che decisero di costruire dei vasi di terracotta a forma di testa di Moro.

Le teste di moro nelle foto di Instagram in giro per la Sicilia

Le teste di moro siciliane sono splendidi e colorati oggetti decorativi per interni ed esterni, in Sicilia sono diverse le botteghe che grazie all’esperienza e alla passione di generazioni di artigiani portano avanti la produzione di questi caratteristici vasi di ceramica.

Questi particolari oggetti sono sempre molto apprezzati dai turisti che amano fotografarli. Ecco alcune fotografie che abbiamo trovato su Instagram che ritraggono uno dei simboli più rappresentativi dell’isola siciliana.

Crediti foto: Instagram @gira_con_noi_sicilia
Crediti foto: Instagram @gira_con_noi_sicilia
Crediti foto: Instagram @sandradiddi
Crediti foto: Instagram @peter6tp

Articoli correlati

Dalla stessa categoria

Lascia un commento