Antonio Menna

Antonio Menna è nato a Potenza ma vive a Napoli da bambino. Laureato in Scienze politiche, ha cominciato a collaborare con i giornali a 18 anni e non ha più smesso. E' iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 1991. Collaboratore del quotidiano Il Mattino, suoi articoli sono apparsi su testate nazionali e locali, tra cui Il Manifesto, Liberazione, la Tribuna, i settimanali Vita e Avvenimenti, il mensile La Voce della Campania, il sito web Fanpage. Si occupa anche di uffici stampa, social media e comunicazione sul web. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo, Cocaina & Cioccolato (Cicorivolta edizioni), seguito nel 2009 da Baciami molto (Cicorivolta edizioni), nel 2012 da Se Steve Jobs fosse nato a Napoli (Sperling & Kupfer), nel 2013 da Tre terroni a zonzo (Sperling & Kupfer). Ha vinto il premio letterario Elsa Morante – Nisida, nel 2012, e il premio giornalistico Francesco Landolfo, nel 2013. Ha un blog molto seguito (www.antoniomenna.com).

A Napoli manca la cultura del fare insieme

Ogni tanto qualcuno, un po' compiaciuto, dice con orgoglio che certe "cose succedono solo a Napoli". In genere collega la

Il prezzo della vongola ai Quartieri Spagnoli

Il prezzo della vongola ai Quartieri Spagnoli balla come il petrolio sui mercati internazionali. Il sabato, di prima mattina, la

Gli indiani dei Quartieri Spagnoli

Gli indiani che abitano nel mio vicolo dei Quartieri Spagnoli hanno messo a tutto volume una canzone del loro Paese.

Il senso di comunità dei quartieri Spagnoli

A causa del vento forte, si è staccato un pezzo di cornicione da un vecchissimo palazzo del mio vicolo nei

Prima eroe, poi niente. In una parentesi

Non ho mai stimato de Magistris. Fin dall'investitura ho visto la sua pochezza, ho temuto la sua protervia, ho sentito

Ci vuole poco a sapere le cose, ci vuole molto a sapere la verità

E' solo un'impressione ma temo che con l'esplosione dei social network, e la folle rincorsa sia dei media tradizionali che

L’abitudine al degrado di Napoli

Me lo fa sempre quando torno da un viaggio. Rivedo all'improvviso e tutta assieme la bruttezza. Il degrado, certe facce,

Il rosario ad alta voce nei quartieri spagnoli

Al quarto piano del vecchio palazzo dove abito, ai Quartieri Spagnoli, vive una signora anziana, sposata, con figli, ma molto

Quei ragazzini in motorino nei quartieri Spagnoli

Ai Quartieri Spagnoli, da casa mia, tutte le notti vedo scorrazzare per i vicoli con due, tre ragazzini a bordo.

Chi sta uccidendo la cultura in questo Paese

Anche per me la chiusura dell'Unità è stato un brutto colpo. Per tutta una serie di ragioni. Però questa prima

Quella pietra lanciata dalla mano invisibile del degrado

Salvatore, il ragazzo di 14 anni colpito alla testa dal crollo della Galleria Umberto I di Napoli, mentre mangiava un

Sei tu che non sai guardare Napoli

Lo so, la mia città è piena di buchi. Non le voragini sull’asfalto. Anche quelle. Ma no, dico buchi. Napoli

Non sono mai soli i vecchi soli dei Quartieri Spagnoli

Nicola ha 75 anni, vive da solo in un vicolo dei Quartieri Spagnoli di Napoli. Abita un basso. Una di

Nella terra dei fuochi non è tutto veleno

Avevo un nonno contadino e zappava la terra dei fuochi. Aveva appezzamenti a Marano, grosso Comune a nord di Napoli,

Top