';

In Calabria con il Pnrr Alta velocità, investimenti per le Zes e nuovo Waterfront di Reggio

  • Investimenti per rete ferroviaria regionale e alta velocità Salerno-Reggio Calabria
  • Efficientamento della Zes di Gioia Tauro
  • Dopo 13 anni verrà realizzato il Museo del Mare di Reggio

Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) del Governo anche la Calabria trova il suo spazio partecipando alla ripartizione degli 81 miliardi previsti per il Mezzogiorno, il 40% delle risorse totali previste dal Piano.

Il piano italiano, oltre al rilancio dell’economia post Covid, ha come obiettivo quello di “è accompagnare una nuova stagione di convergenza tra Sud e Centro-Nord”, intervenendo sul fenomeno della disoccupazione giovanile, la scarsa digitalizzazione delle imprese, la mitigazione del dissesto idrogeologico, cercando di ridurre la disparità tra i generi nel mondo del lavoro, problemi che gravano soprattutto sulle economie delle regioni del Sud Italia.

Ma quali sono gli interventi più importanti previsti per la regione? In Calabria sono previsti soprattutto investimenti per le infrastrutture e i trasporti: il potenziamento delle linee ferroviarie regionali, il miglioramento delle stazioni ferroviarie, il potenziamento delle infrastrutture portuali, fondi per le Zone Economiche Speciali, la realizzazione del Museo e del Mare e del nuovo waterfront di Reggio Calabria. Vediamo quali sono i principali investimenti.

Rete ferroviaria e alta velocità

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza prevede per il Mezzogiorno un investimento di 4,6 per le linee ferroviarie ad Alta Velocità/Alta Capacità, di questi 1,8 sono destinati alla realizzazione dei primi lotti funzionali per il collegamento tra Salerno e Reggio Calabria. Un primo passo al quale dovranno seguire altri interventi per completare l’intera tratta. Dopo la realizzazione del progetto completo il tempo di percorrenza tra i due capoluoghi sarà ridotto di 80 minuti – oggi per percorrere lo stesso tratto occorrono circa 220 minuti. Inoltre un miglioramento delle condizioni della linea aiuterebbe il transito delle merci verso il Porto di Gioia Tauro per il quale sono previsti ulteriori fondi, a valere su risorse nazionali, per la costruzione del primo lotto della infrastruttura di collegamento tra il gate sud e la Statale 18, il completamento della banchina di ponente, gli impianti fognario, antincendio ed elettrico, il parco fotovoltaico e l’adeguamento dello svincolo autostradale di Rosarno.

Parte dei 3,1 miliardi previsti per il potenziamento, l’elettrificazione delle linee ferroviarie e il miglioramento delle Stazioni del Sud Italia saranno destinate anche alla Calabria con l’obiettivo di integrare il più possibile il trasporto pubblico e i collegamenti con porti e aeroporti. Parte dei fondi verranno utilizzati fondi per l’adeguamento la tratta Rosarno-San Ferdinando (RC), il potenziamento della Sibari-Catanzaro lido-Reggio Calabria. Il piano prevede la riqualificazione dell’hub di Villa San Giovanni e la realizzazione della nuova fermata S. Maria di Settimo – Montalto Uffugo (CS) ma anche delle tre stazioni di Cosenza, Lamezia Terme e Reggio Calabria Lido inserite nel circuito delle 30 stazioni “Easy&Smart” per la loro importanza dal punto di vista turistico e del trasporto di persone e merci.

Investimenti per le Zone Economiche Speciali

Per quel che riguarda gli investimenti per le Zone Economiche Speciali (Zes) dei 630 milioni di euro previsti dal Pnrr 110 saranno destinati alla Calabria e alla Zes di Gioia Tauro per rendere più efficienti i collegamenti tra le aree industriali e la rete dei trasporti, rendendoli più produttivi e competitivi. Il Governo con il Piano punta a semplificare su tutto il territorio nazionale il sistema di governance delle Zes, a favorire meccanismi in grado di garantire la cantierabilità degli interventi in tempi rapidi e l’insediamento di nuove imprese.

Museo e Waterfront di Reggio Calabria

Sono 53 i milioni destinati per la realizzazione del Museo del Mediterraneo e del nuovo Waterfront di Reggio Calabria che rientra tra i 14 progetti previsti dal Piano strategico Grandi attrattori culturali delle città metropolitane per i quali il Governo nel Pnrr stanzia quasi 1,5 miliardi di euro.

L’ambizioso progetto del Museo è stato disegnato nel 2006 dall’archistar Zaha Hadid.

Il progetto prevede la riqualificazione dell’area portuale di Reggio Calabria con la costruzione della struttura dalla forma particolare che ospiterà oltre alla sede museale, una biblioteca, un archivio, un acquario e servizi moderni per tutti i visitatori e i reggini. Grazie ai fondi del Pnrr dopo 13 anni finalmente verrà realizzata la grande e futuristica opera dell’architetto Hadid che caratterizzerà il profilo urbano della città diventando un importante polo per le attività socio-culturali ed economiche della città, capoluogo della regione.

(Foto da http://www.portodigioiatauro.it/)


Dalla stessa categoria

Lascia un commento