Enrico Melozzi

Nipote di Gabriele, partigiano ucciso durante la resistenza, Enrico Melozzi è un compositore, poli-strumentista, produttore discografico e direttore d'orchestra. Si dedica alla composizione fin da piccolissimo. Diventa assistente di Michael Riessler nel 1999 a Colonia. La sua attitudine compositiva molto versatile lo ha portato a tantissime diverse esperienza. Dalla musica sinfonica, alla musica sacra, alla ricerca, la musica elettronica, il pop e il Festival di Sanremo (dirige "Sono Solo Parole" di Noemi). Il Teatro Valle Occupato rappresenta il suo impegno e la sua lotta per la meritocrazia nella cultura italiana, della quale si occupa anche in Abruzzo fondando il Movimento Nuove Armonie. E' promotore insieme con Giovanni Sollima dei "100 Violoncelli", un progetto social-musicale che riunisce violoncellisti da tutto il mondo.

Pino ha sposato Napoli con l’America

Io ci sono cresciuto con Pino, con i suoi dischi. I suoi concerti. Grazie all’amore per la sua musica ho imparato a

Io vengo dal Sud, manifesto in musica

22 mila abitanti, tanti problemi di degrado, criminalità organizzata e spaccio. E poi la presenza di una delle comunità Rom

Il farmacista tira fuori la pistola. Guarda il video

La notte di Natale ho assistito ad una scena che risulterebbe poco credibile se non fosse stata ripresa con il

Rubare alla cultura è come rubare ad un bambino indifeso. Vergognatevi tutti

Eccone ancora uno. Eccone uno che - secondo un'inchiesta della magistratura - ancora prova a fare il furbo con la

La tangenziale attesa 30 anni simbolo dell’incapacità della politica

Ero piccolo quando sentii questa parola pronunciata per la prima volta. Lotto Zero. Che cavolo significherà mai?? Passarono anni e

taranta

Se la pizzica è diventata un lavoro, può accadere anche per il “saltarello”. Basta crederci

Invitato da Giovanni Sollima, quest'anno ho avuto l'opportunità di partecipare alla notte della Taranta, un evento molto molto bello e carico di

Comune di Teramo

Soldi pubblici per Katia Ricciarelli

Teramo ha deciso di restare ferma al sud. Ma non nel senso buono del termine. La cultura a Teramo è

Sipario Chiuso

Il mio 14 giugno tra Teatro Valle Occupato e processo. Contro tutte le dittature

Oggi è una giornata speciale. Oggi il Teatro Valle Occupato compie due anni. Oggi inizia la causa a me e

Sipario

Se la memoria di un politico vale più di quella di un grande artista

Torno a Teramo raramente, ma la seguo quotidianamente grazie alla rete, e anche grazie alla rete riesco a seguire i

Top