Giuseppe Milano

Nato nel ’83 e cresciuto in un paese alle porte di Bari, tra una confezione di lego e due calci ad un pallone, tra i primi cartoni animati in televisione ad inizio pomeriggio e le intense letture del fumetto Topolino, sin da piccolo ho creduto nella potenza dei sogni e dei dubbi. Crescere come un idealista dalla fortissima spinta etica e nella diffusa percezione, ai tempi del liceo classico svolto in un istituto barese, che “la bontà fosse sinonimo di fragilità o stupidità” e non di disponibilità verso il prossimo, ha comportato qualche disagio relazionale poi brillantemente superato all’università: facoltà di ingegneria. Non proprio una passeggiata. E per esorcizzare, forse, da un lato tutte le iniziali ed oggettive difficoltà incontrate e dall’altro il timore di non riuscire, ho iniziato a fare, spontaneamente, una delle cose più belle del mondo: scrivere. In un piccolo blog. Sono trascorsi alcuni anni. Ho sempre un blog. Le parole per me sono diventate sempre più importanti. Strumenti di verità contro l’imperio della menzogna. Strumenti di pace contro l’egemonia culturale della competizionismo che annulla il prossimo. Strumenti di ricerca per esplorare, esaltando la pratica del dubbio, quel che ancora non conosciamo. La scrittura da un lato e la necessità di saldare idealismo e realismo dall’altro, in un pragmatismo sincero animato da moderno meridionalismo, pertanto, mi ha portato ad essere negli anni anche uno dei cosiddetti “cittadini attivi” negli ambiti della legalità e della sostenibilità ambientale. Con l’impegno civile che mi ha portato, per la prima volta, nel 2011, nella redazione di un giornale: un web quotidiano locale che voleva sfidare il mondo. La non felicissima esperienza professionale ha solo spinto questo romantico e appassionato ragazzo verso altre esperienze professionali ed umane, con la medesima tenacia e consapevolezza dei propri limiti. Convinto che il futuro sia alla nostra portata.

Una immagine della città di Taranto, che ospita un laboratorio sul paesaggio

Un nuovo laboratorio internazionale di architettura del paesaggio per la Taranto del futuro

Il capoluogo jonico continua ad essere al centro del dibattito nazionale ed internazionale. Da un lato, per la nota vicenda

È nata Diem Puglia. Per realizzare un nuovo sogno democratico europeo

Per i diritti e contro ogni forma di ricatto. Per un riscatto del Mezzogiorno e di tutti quei Paesi nei

Imprenditrici d’acciaio e sognatrici naturali. Con Arkine, il design entra nel futuro

Resistenti come l’acciaio. Resilienti come i marinai travolti dalle burrasche. Ma soprattutto intelligenti e competenti, nella volontà di non uscire

Il brand journalism in aiuto delle reti d’impresa nell’agroalimentare biologico

Il settore dell’agricoltura, resiliente per natura, è stato l’unico a sopportare meglio i nefasti effetti della crisi economica e finanziaria

L’elogio del teatro e la rappresentazione della bellezza nell’opera di Giusy Frallonardo

“Il teatro non è il paese della realtà: ci sono alberi di cartone, palazzi di tela, un cielo di cartapesta,

Con l’olio extravergine di oliva la Puglia ha tutto un altro gusto

Se pensando alla Toscana la nostra immaginazione è sedotta dai suoi inestimabili monumenti storici-artistici-architettonici, perché quando pensiamo alla Puglia non

“Storie di donne”. Le foto di Pio per fermare la violenza di genere

“I diritti delle donne sono una responsabilità di tutto il genere umano. Lottare contro ogni forma di violenza nei confronti

Tomasicchio: “Bari vuole vincere la sfida del digitale”

A leggere le classifiche sulla qualità della vita del Sole 24 Ore o quelle sulla sostenibilità urbana di Legambiente, che

La fotografia di Carla Cantore per svelare la fragilità della contemporaneità

Se fotografare significa, letteralmente, scrivere con la luce, gli scatti artistici di Carla Cantore sono piccoli, grandi, capolavori. Romanzi ideali

“Entrare in cucina con i social”. Il segreto del successo della pasta Granoro

Quando nel mondo si pensa all’Italia – nota non solo per la straordinarietà del suo bel paesaggio, ma anche per

Marshmallow Games: l’app per bambini che unisce apprendimento e divertimento

La vita è un prodigio e per cambiarla radicalmente serve, soprattutto, coraggio; ma anche la voglia di vivere fino in

Contro il disagio psichico, ecco la cura ambientale della cooperativa Tracceverdi

Al motto di “Riappropriamoci della nostra Terra” nella volontà di saldare la tutela e la valorizzazione ambientale con la “biodiversità

“Pratichiamo la cittadinanza attiva per riscoprire la bellezza della città di Bari”

“Riscoprire, o imparare, il mestiere di cittadini. Per quanto sia ardua, è la sola via. Il primo passo è capire

Il teatro è vita. Ecco la “grande bellezza” di Daniela

Nella Puglia nella quale è nata una avveniristica “industria del cinema”, come testimoniano da un lato il successo di Luca

Young Market Lab: ecco l’innovazione sociale che rigenera le periferie

Se nel 1869, nell’opera L’Idiota, Dostoevskij scriveva che “la bellezza salverà il mondo”, oggi il positivo auspicio del grande interprete

Tra utopia, storia e ironia. Ecco il segreto del successo letterario di Gianni Spinelli

Nonostante i social network abbiano creato e diffuso l’illusione che, in questo tempo dell’eterno presente, da un lato l’arte dello

Monica, la chef che adora il gusto della multiculturalità

“Il cibo è oggi tra gli strumenti più importanti per avvicinare popoli diversi. Il cibo può favorire l’interazione sociale e

La politica generativa secondo Guglielmo Minervini

“È il potere che indirizza la politica e poiché oggi sta cambiando la concezione del potere occorre un’evoluzione culturale, radicale

La danza di Simona che fa volare la Puglia nel mondo

“Può darsi che non sarai mai felice. Perciò non ti resta che danzare, danzare così bene da lasciare tutti a

Inaugurato il “cinema della legalità” per i bambini di Bari

Nel quartiere di Bari con il nome più bello, il Libertà, ma tra i più socio-culturalmente degradati per l’esposizione all’illegalità

Un like a Resto al Sud

Top